ANTICORPI IGG / IGM COVID 19

Il test sierologico Anti Proteina Spike SARS COV 2 è in grado di

dosare (identificare) le IGG quantitative (ovvero gli anticorpi che si formano dopo aver contratto la malattia e dopo essersi VACCINATI) e le IGM semiquantitative dirette contro la proteina spike (il principale meccanismo che il virus utilizza per infettare le cellule).

Questo test, inoltre, è utile anche per conoscere il dosaggio degli anticorpi dopo la vaccinazione (Pfizer - Moderna - Astra Zeneca - Jonhson & Jonhson).

Quando è opportuno eseguire il Test

Per identificare l’infezione da SARS-CoV-2 si ritiene che siano necessari 7-11 giorni dopo l'esposizione al virus. Questo lasso di tempo consente di individuare una risposta anticorpale rilevabile e quantificabile. I test sierologici non sono pertanto utili nel contesto di una malattia acuta ma sono indicati per pazienti potenzialmente esposti al contagio o nel caso di soggetti che, pur avendo contratto infezione, hanno manifestato sintomi trascurabili o addirittura sono risultati asintomatici. Il test, inoltre, eseguito in fase acuta unitamente al tampone, ne migliora l’accuratezza diagnostica.

Quali informazioni dà il Test

Come per tutte le infezioni virali, anche nel caso di infezione da Coronavirus il sistema immunitario produce anticorpi diretti verso le proteine dell’involucro virale. Alcuni di questi anticorpi, detti IgM, sono prodotti nella fase iniziale dell’infezione, si ritrovano nel sangue a partire dal quarto - quinto giorno dopo la comparsa dei sintomi e tendono poi a scomparire nel giro di qualche settimana. Altri anticorpi, detti IgG, sono prodotti tardivamente e si ritrovano nel sangue dopo un paio di settimane dalla comparsa dei sintomi (ma possono comparire anche prima) e permangono poi per molto tempo.

Mappa

Sito aggiornato il

Orari Laboratorio

Lunedì - Venerdì:

7:30 - 13:00 / 15:00 - 17:00

Sabato 8:00 - 11:00


Privacy Policy Cookie Policy
© 2024 Centro Diagnostico Sant'Andrea